La Plicometria: come farla a casa

Benvenuto nella sezione dedicata alle istruzioni su come eseguire la plicometria comodamente a casa.

Innanzitutto hai bisogno di uno strumento fondamentale: il PLICOMETRO , che puoi comodamente acquistare in farmacia, presso una sanitaria o direttamente su internet per pochi euro.

Perché misurare attraverso la plicometria?

  1. Per quantificare l’efficacia del piano alimentare e del piano di allenamento somministrati al cliente. L’analisi della composizione corporea iniziale in sede di fit-check pone un riferimento con il quale possiamo effettuare confronti nelle successive misurazioni durante il periodo di training. Solo quantificando i risultati in termini numerici e confrontandoli tra loro, possiamo capire se stiamo procedendo nella direzione giusta o in caso contrario porre i relativi aggiustamenti.
  2. Per poter comunicare al cliente informazioni chiare e oggettive riguardo il suo stato di forma e sui suoi miglioramenti, basandosi su misurazioni e non sui sofismi  o su impressioni puramente soggettive basate sullo specchio di casa.

Come misurare a casa: la plicometria e le circonferenze

La plicometria consiste nella rilevazione e nella misurazione di alcune pliche corporee di grasso sottocutaneo attraverso uno strumento simile ad un calibro chiamato appunto plicometro. La misurazione della plica si esegue essenzialmente staccando, attraverso una presa a pinza di pollice e indice, lo spessore adiposo di sottocute nel punto di repere precedentemente rilevato e marcato, misurando con l’altra mano lo spessore stesso (in millimetri) servendosi del plicometro. Una volta rilevato lo spessore in mm, appuntarlo e riportarlo nel form alla casella corrispondente.

L’antropometria è la metodica di riferimento, non invasiva e di semplice esecuzione in grado di fornire informazioni sulla composizione corporea e sullo stato nutrizionale di un individuo. Riflette lo stato di salute e di nutrizione delle persone e ne predice (globalmente), morbilità e mortalità. La valutazione antropometrica dello stato nutrizionale inizia con la misurazione del peso e della statura e il calcolo degli indici pondero-staturali. Ciò consente una prima classificazione obiettiva di un’eventuale malnutrizione per difetto o per eccesso.

Prosegue con le misurazioni delle circonferenze corporee, quali:

  • Collo
  • Polso dx e sx
  • Avambraccio dx e sx
  • Braccio dx e sx
  • Spalle
  • Torace
  • Vita
  • Addome
  • Fianchi
  • Coscia prossimale alta dx e sx
  • Coscia mediana dx e sx
  • Coscia distale (vicino al ginocchio) dx e sx
  • Polpaccio dx e sx
  • Caviglia dx e sx

Prosegue inoltre con la plicometria, altro strumento, il plicometro, adatto a valutare la composizione corporea di un individuo (maschio o femmina) dei rapporti Massa Grassa e Massa Muscolare.

Si pratica attraverso uno strumento chiamato “plicometro”

che permette di misurare la plica, ovvero la parte molle del tessuto (composta dalla massa grassa) che si stacca dal muscolo sottostante. Le misurazioni sono in “mm” , che corrispondono allo spessore della plica stessa.

Come sollevare la plica dal muscolo?

 

I punti in cui prendere le misurazioni con il plicometro, da riportare poi nel form di compilazione online sono le seguenti:

 
Attenzione però, il dato ottenuto, che tanto incuriosisce il cliente, costituirà solo una stima (soggetta ad una percentuale di errore rilevante) e non un valore reale assoluto del grasso corporeo. Per il professionista, il dato fondamentale rilevato con la plicometria è la somma delle pliche, un valore che confrontato nel tempo può realmente indicarci l’andamento dei risultati.

Non è utilizzabile con persone obese o fortemente sovrappeso (BMI oltre 27-28, in quanto la misurazione delle pliche risulterebbe poco attendibile) ma è tuttavia un buonissimo metodo pratico ed economico per effettuare un buon lavoro con quella grossa fetta di clientela composta da persone molto allenate, mediamente in forma o in lieve sovrappeso. Ricordo inoltre che la plicometria è una metodica operatore-dipendente, per cui per una maggiore attendibilità dei dati nel tempo sono consigliate misurazioni eseguite sempre dallo stesso operatore.